CORSO DI TEATRO CON DARIO FO E JACOPO FO ALLA LIBERA UNIVERSITA' DI ALCATRAZ

Da domenica 28 giugno a mercoledì 8 luglio evento eccezionale ad Alcatraz:

Corso di teatro con Dario Fo e Jacopo Fo  per la prima volta con traduzione simultanea dall'italiano all'inglese!

Per 10 giorni parleremo di teatro e arte, di passione e emozioni, di empatia e comunicazione. Scriveremo pezzi teatrali, scriveremo canzoni, giocheremo con i rudimenti del mimo e della voce.

Un seminario rivolto ad attori, registi e appassionati durante il quale verranno affrontati gli aspetti fondamentali della scrittura e della rappresentazione di un testo teatrale. Gli allievi potranno misurarsi direttamente con la recitazione, la mimica e la dialettica di scena, lavoreranno insieme a Dario e Jacopo su alcuni testi di Dario Fo e Franca Rame, vivendo l’esperienza eccezionale di partecipare a un laboratorio dove viene ricreata l’atmosfera che si vive all’interno di una compagnia teatrale, entrando, e vivendo appieno il metodo di lavoro di un grande autore e interprete del teatro italiano.

Condividendo momenti della giornata, facendo prove, ascoltandosi e ascoltando gli altri, imparando dagli errori di tutti, vivendo insieme momenti di allegria e giochi. Crediamo di proporre ancora una volta un'esperienza unica: un insegnamento fuori dagli schemi della lezione classica. Si vedrà così come il testo iniziale viene rimodellato e riscritto via via che lo si prova di fronte a un pubblico. E come il modo di raccontare sia dettato dal racconto e possa trovare un suo naturale equilibrio proprio a partire dal senso di quel che si vuole dire.

Nel teatro di Dario Fo e Franca Rame, infatti, la scelta dei canoni estetici non avviene per arbitrario gusto formale, ma è insita nel discorso stesso che si vuole rappresentare.

Jacopo Fo, con la consueta ossessione per la comprensione dei dettagli, si occuperà invece di raccontare i meccanismi che stanno dietro all’interpretazione recitativa, svelando alcuni segreti essenziali del mestiere dell’attore, "trucchi" che per tradizione venivano appresi per imitazione ma che oggi possono essere descritti minutamente e chiaramente grazie a una serie strabiliante di scoperte scientifiche. Si parlerà quindi di come la mente lavora mentre recitiamo, di come il pubblico legge l’azione scenica in modo quasi subliminale, e di come la conoscenza di questi meccanismi, semplici e naturali, possa offrire strumenti utili al narratore.

Gli allievi potranno inoltre portare loro pezzi e lavorare con Dario e Jacopo Fo per affinare recitazione e regia. Continueremo così il percorso formativo e lavorativo di assistenza alle nuove produzioni iniziato a ottobre del 2012. Alcatraz, infatti, da 30 anni Associazione Culturale e struttura ricettiva, è anche un centro di produzione e assistenza, che agisce come incubatore di nuove creazioni teatrali, musicali, grafiche e letterarie.

Oltre al Premio Nobel Dario Fo parteciperanno come insegnanti:

Eleonora Albanese (arte zen)

Imad Zebala (la forza della musica)

Mario Pirovano (recitazione)

Fabrizio De Giovanni (recitazione)

Maria Chiara Di Marco (recitazione)

Eleonora Dalbosco (voce)

Angelo Airaghi (Tai Chi)

Jacopo Fo (il racconto teatrale)

(Sono previsti altri insegnanti fuori programma)

Il corso inizierà domenica 28 giugno alle ore 21,30 e terminerà mercoledì 8 luglio con il pranzo.

Costo per dieci giorni di corso + sistemazione ad Alcatraz con trattamento di pensione completa:

€ 1.000,00 a persona (sistemazione in tenda o camper propri)

€ 1.260,00 a persona (sistemazione in camere da 6-8 posti)

€ 1.310,00 a persona (sistemazione in camere da 3-4 posti)

€ 1.590,00 a persona (sistemazione in camere da 2 posti)

Per informazioni sulle sistemazioni 075.9229911-38-39 o info@alcatraz.it

 

FAMIGLIE CON FIGLI DAI 10 AI 13 ANNI: A tutti i genitori interessati a partecipare al Corso di Teatro si comunica che dal 28 al 5 luglio è in programma a Alcatraz anche la settimana vacanza "giochiamo insieme" dedicata alle famiglie che in questa occasione ha come tema "il teatro, la scrittura e la creatività" e nel programma delle attività giornaliere è prevista la partecipazione ad alcune lezioni del Corso di Teatro con Dario Fo adatte anche ai più piccoli. Abbiamo pensato che questo fosse un modo per poter dare la possibilità sia ai più grandi che ai più piccoli di conoscere il mondo del teatro e aver l'occasione di ascoltare i racconti di un Maestro dell'arte come Dario Fo. L'età consigliata per la partecipazione e dai 10 anni in su, se sei un genitore/zia-zio/nonno-nonna per tutte le informazioni clicca qui 

 

Per richiedere info e disponibilità clicca qui

 

 

TAG: corso di teatro, corsi estivi, corso di teatro bilingue, seminario, workshop, 
full immersion, traduzione, interprete, inglese, dario fo, alcatraz, jacopo fo, 
perugia, umbria, recitazione, recitare, regia teatrale, storia dell'arte, 
storia del teatro, italia.

Dario Fo dipinge Maria Callas: 11 giugno alle 21.10 in onda su SKT ARTE lo speciale sulla mostra a Verona

 

In prima visione assoluta

la nuova produzione originale Sky Arte HD

Giovedì 11 giugno alle 21.10

In prima visione assoluta oggi 11 giugno alle 21.10 va in onda su Sky Arte HD (120 e 400 di Sky) “Dario Fo dipinge Maria Callas”, il documentario in cui il grande drammaturgo e premio Nobel per la Letteratura Dario Fo, dopo il libro “Una Callas dimenticata” e l’omonimo spettacolo teatrale del novembre 2014, scritto a quattro mani con la moglie Franca Rame, omaggia ancora una volta una delle cantanti più famose dell’ultimo secolo: Maria Callas. Attraverso la pittura, oltre 100 opere tra tele e bozzetti in mostra fino al 27 settembre presso AMO - Arena Museo Opera nella cornice di Palazzo Forti di Verona, e in un’intervista inedita il Maestro racconta la vita del leggendario soprano greco, dall’infanzia in America ai trionfi in Italia, dagli amori tormentati all’oblio degli ultimi anni.

Un’occasione straordinaria per conoscere la personalità carismatica e drammatica di un mito della lirica mondiale e per apprezzare il talento di un artista poliedrico, quale Dario Fo, che non tutti conoscono nelle vesti di pittore, sebbene ami definirsi “attore dilettante e pittore professionista”.

Dario Fo dipinge Maria Callas è una produzione originale realizzata da Ballandi Arts in esclusiva per Sky Arte HD.

Fino al 27 settembre, il Premio Nobel Dario Fo – che si dichiara “attore dilettante”, perché si sente molto più affine alla pittura – espone all’Arena Museo Opera di Verona una serie di opere di arte visiva, appunto, con le quali rappresenta la vita di Maria Callas, leggendario soprano greco che tuttora si considera regina indiscussa della lirica mondiale. Proprio il “pittore professionista” Dario Fo, nel corso dello speciale di Grandi Mostre – in onda giovedì 11 giugno in prima visione – racconterà a un gruppo di giovani visitatori e alle telecamere di Sky Arte HD l’esposizione Dario Fo dipinge Maria Callas ospitata da Palazzo Forti.

Supportato dalla compagnia di una vita – privata e artistica – Franca Rame, il drammaturgo di Mistero Buffo ha sintetizzato in immagini di grande impatto la biografia della Divina: dall’infanzia in America ai trionfi sui palcoscenici dei maggiori teatri italiani, dai tormenti sentimentali all’esistenza riservata degli ultimi anni, lontana dai riflettori. È un mito che l’artista ha approfondito a più riprese, quello della cantante lirica.

Nell’ottobre 2014, infatti, Dario Fo e Franca Rame hanno pubblicato per Franco Cosimo Panini il libro Una Callas dimenticata, mentre già il mese successivo portavano in scena l’omonimo spettacolo teatrale. Il cerchio si chiude con questa mostra, in prossimità proprio di quell’Arena di Verona dove la Callas debuttò nel nostro Paese.

http://arte.sky.it/temi/dario-fo-incontra-maria-callas/

DIARIO D'ARTISTA: PRESENTAZIONE DEL LIBRO "UN UOMO BRUCIATO VIVO" A MILANO

Si è svolta in Feltrinelli la presentazione del libro "Un uomo bruciato vivo" (Chiarelettere), scritto con Florina Cazacu, figlia di Ion, protagonista della vicenda che ha sconvolto Dario Fo e Franca Rame e che finalmente vede la pubblicazione, perché ciò non si ripeta mai più.

 

 

Nella foto, da sinistra: Florina Cazacu, Lorenzo Fazio, Dario Fo e Graziano Sirressi.

Più tardi è intervenuto anche il Console Rumeno Dott. George Gabriel Bologan.

From 28th of June to 8th of July extraordinary event in Alcatraz: ACTING CLASS WITH DARIO FO AND JACOPO FO

GREAT NEWS: for the first time with simultaneous translation

from Italian to English!

10 days to speak about theatre and art, passion and emotions, empathy and communication. We will compose theatrical works, write songs, we will play with the foundation of the art of miming and with the voice.

 

 

A workshop addressed to actors, directors and connoisseurs during which the basic aspects of writing and of the representation of a theatrical play will be explored.

The students will be able to measure themselves directly with the acting, the mimic and with the dialectic of scene together with Dario and Jacopo on a number of texts of Dario Fo and Franca Rame, living the exceptional experience of participating to a lab which recreates the authentic atmosphere lived within an acting company, entering, and living in full the method of work of a great author and interpreter of the Italian theatrical scene.

Sharing moments of the day, practising, listening to ourselves and to each other, learning from everyone's mistakes, experiencing moments of joy and games.

We believe of proposing once again what will be a unique experience: an out-of-the-box teaching of the classical lesson.

It will result on how the initial text is remodelled and revisited while playing in front of a public. How furthermore the narration is imposed by the story and may find its own natural balance starting from the meaning of what we want to say. In the theatre works of Dario Fo and Franca Rame, the choice of beauty standards is not made in base of an arbitrary formal taste indeed, but is inherent to the subject to represent.

Jacopo Fo, with his usual obsession for the comprehension of the details, will be describing the mechanisms that lie behind the acting performance, unveiling a few essential secrets of the job of an actor, "tricks" which by tradition have been learned by imitation but that today can be minutely and clearly described thanks to new astonishing scientific discoveries.

We will thus be speaking about how our mind works while we are acting, of how the public reads the scenic action in an almost subliminal way, and of how, knowing such simple and natural mechanisms, can be of good use to the narrator. The students will be furthermore allowed to bring some of their own compositions and to work together with Dario and Jacopo Fo to refine the acting and the direction. In this manner we will continue the training path and the work of support to new productions started back in October 2012.

Alcatraz, which for the past 30 years has been a Cultural Association and an accommodation facility, is also centre of production and assistance indeed, acting as incubator of new theatrical, music, graphic and literary creations.

In addition to the Nobel Prize Dario Fo, the following teachers will take part:

Eleonora Albanese (Zen Art)

Imad Zebala (the power of music)

Mario Pirovano (acting)

Fabrizio De Giovanni (acting)

Maria Chiara Di Marco (acting)

Eleonora Dalbosco (voice)

Angelo Airaghi (Tai Chi)

Jacopo Fo (the theatrical tale)

(Other unscheduled teachers are expected to take part)

The class will begin on Sunday the 28th of June at 21, 30 and will end on Wednesday the 8th of July after lunch.

Cost of 10 days of class + full board accommodation in Alcatraz:

€ 1.000,00 per person (camping with own tent or rv)

€ 1.260,00 per person (accommodation in bedrooms of 6-8 beds)

€ 1.310,00 per person (accommodation in bedrooms of 3-4 beds)

€ 1.590,00 per person (accommodation in bedrooms of 2 beds)

For further information about the accommodations call 075.9229911-38-39 or e-mail to info@alcatraz.it

How to get to the Free University of Alcatraz

By plane:

Click here for Perugia airport

Click here for Rome airport

By train:

Click here for Perugia station

 

Free University of Alcatraz - more information:

Location: The Free University of Alcatraz is a free association of citizens who enjoy the pleasure of good eating and good manners. It is a cultural association with lodging and food service for all members which was established in 1981 by Jacopo Fo, since 2004 it is also a demonstrative centre for eco-technologies. In 2011 it was awarded with the prize "Climate Friend" ("Amico del Clima") by Lega Ambiente for the results obtained in the ecological field and it accessed the Slow Food guide for the quality of cooking offered by its biological Restaurant.

The facility is not composed by a single building only, but by a number of stone houses and bungalows located on the side of the hill instead. The maximum distance is reached between the restaurant and the summer pool: 1.200 meters.

Surrounding Alcatraz there is not just a common park. There is a valley with a clear creek, abundant in fish and crabs, which streams down from woods and olive trees covered hills. A green land, rich of evidence from the past of man. From the remains of the Etruscan burial recesses, engravings on stones perched over the river, to the castles, the abbeys, the medieval villages and towers of which the area is scattered.

Not far from here the outstanding cities of Gubbio (22 km), Perugia (25 km), Assisi (35 km) can be reached.

Lodging: We offer a unique structure in Italy. The atmosphere does not recall that of a usual hotel, most of the bedrooms and of guest lodgings in general are not located within the central structure, you will be sleeping in ancient stone houses, medieval towers and refurbished and rearranged haylofts in country style in the most absolute respect of the surrounding ecosystem, in compliance with the highest standards of environmental eco-sustainability. Furthermore thanks to the cooperation of the accommodating structures located nearby, in the case our capacity should result insufficient, the guests will be lodged in agritourisms, rural homes and other lodgings located nearby with which we have been continuously cooperating for years in the organization of events and in offering a highest quality service to all guests.

Restaurant: For 30 years the restaurant of Alcatraz has been offering menus realized first quality, biological and biodynamic ingredients only, preferably at "Km 0". From grandma's recipes to more elaborate dishes, from the delicate taste of a potatoes and leeks velvet sauce to the Mediterranean cooking, to the pleasant spicy savouring of a multi-ethnic cookery. Traditionally buffet served breakfast, lunch and dinner, during which it is possible to enjoy starters, first and second courses, sides, fresh vegetables buffet, cake or fruit servings, bread, and dressings. Bread, in oil preserved foods, mayonnaise and marmalades are all home-made. A micro-filtered water fountain is available, which water is served in pitchers.

At the Alcatraz bar it is possible to find mineral water, wine of biologic agriculture grapes, artisan beers, alcoholic drinks, fruit juices and non-alcoholic drinks.

Click here for more more information: www.alcatraz.it

 




TAG: theater course, summer course, bilingual theater course, seminar, 

workshop, immersion, translation, interpreter, English, Dario Fo, alcatraz, Jacopo Fo, 

Perugia, Umbria, acting, acting, stage direction, art history, history of theater, Italy.

Franca Rame - 29 maggio 2013

 

 

WikiRadio del 29 maggio 2915

Franca Rame raccontata da Oliviero Ponte Di Pino

 

La scelta di Eva - Franca Rame - 29 maggio 2013

 

 

Franca ed io abbiamo scritto quasi sempre i testi del nostro teatro insieme. Io mi prendevo l’onere di mettere giù la trama quindi gliela illustravo e lei proponeva le varianti, spesso li recitavamo a soggetto, all’improvvisa, come si dice... Questo era il metodo preferito ma non sempre funzionava. Si discuteva anche ferocemente, si buttava tutto all’aria e si ricominciava da capo. In verità mi trovavo a dover riscrivere di nuovo il testo da solo. Poi lo si discuteva con più calma e si giungeva ad una versione che funzionasse e che andasse bene a tutt’e due.

Anche Franca è stata l’autrice unica di alcuni testi. Ci sono opere, come per esempio “Parliamo di donne”, che furono stese da lei completamente a mia insaputa. Quando mi ha dato da leggere questa commedia già ultimata sono rimasto un po’ perplesso... e seccato! Ma come ti permetti?!? No, scherzavo... Io ho proposto qualche variante ma di fatto si trattava di un’opera del tutto personale.

Pochi lo sanno ma la gran parte degli spettacoli che trattavano di questioni prettamente femminili è stata Franca ad averli scritti, elaborati e poi li ha recitati al completo spesso anche da sola.

E io mi sono trovato a collaborare solo per la messa in scena.

Vi dirò di più: testi quali "Mistero Buffo" e "Morte Accidentale di un Anarchico" - che io avevo realizzato come autore unico - hanno avuto grande successo anche all’estero con centinaia di allestimenti dall’America all’Oriente, per non parlare dell’Europa. Ma dei nostri lavori quello che ha battuto tutti i record di messa in scena è "Coppia Aperta, Quasi Spalancata" che è stato replicato con diverse regie per più di 700 edizioni nel mondo. Ebbene l’autrice unica di questo testo è Franca. L’ho sempre tenuto nascosto!

C’è in particolare un lavoro o meglio, un monologo, che Franca ha recitato solo qualche volta quest’anno, e di cui bisogna che io vi parli perché è fortemente pertinente alla situazione a dir poco drammatica che io sto in questi giorni vivendo.

Da tempo Franca aveva scoperto l’esistenza di alcuni testi apocrifi dell’Antico Testamento nei quali la Genesi è raccontata in termini e linguaggio molto diversi da quelli cosiddetti canonici. Attenti, non sto parlando dei Vangeli apocrifi, ma dell’Antico Testamento... Apocrifo!

Ebbene da uno di questi testi Franca ha tratto un racconto che vi voglio far conoscere, quasi in anteprima. Eccovelo!

Siamo nel Paradiso terrestre.

Dio ha creato alberi, fiumi, foreste animali e anche l’uomo. O meglio il primo essere umano ad essere forgiato non è Adamo ma Eva, la femmina! Che viene al mondo non tratta dalla costola d’Adamo ma modellata dal Creatore in un’argilla fine e delicata.

Un pezzo unico, poi le dà la vita e la parola.

Il tutto prima di creare Adamo; tant’è che girando qua e là nel paradiso Eva si lamenta che... della sua razza si ritrovi ad essere l’unica, mentre tutti gli altri animali si trovano già accoppiati e addirittura in branco. Ma poi eccola incontrare finalmente il suo “maschio”, Adamo, che la guarda preoccupato e sospettoso.

Eva vuol provocarlo e inizia intorno a lui una strana danza fatta di salti, capriole e grida da selvatica... quasi un gioco che Adamo non apprezza, anzi prova timore per come agisce quella creatura... al punto che fugge nella foresta a nascondersi e sparisce; ma viene il momento in cui il Creatore vuole parlare ad entrambe le sue creature, umane. Manda un Arcangelo a cercarli. Quello li trova e poi li accompagna dinnanzi a Dio in persona. L’Eterno li osserva e poi si compiace:

“Mica male! mi siete riusciti... E dire che non ero neanche in giornata... ! Voi non lo sapete perché ancora non ve l’ho detto ma entrambi siete i proprietari assoluti di questo Eden! E sta a voi decidere cosa farne e come viverci. Ecco la chiave."

E gliela getta.

"Vedete, qui ci sono due alberi magnifici (e li indica), uno – quello di sinistra – dà frutti copiosi e dal sapore cangiante. Questi frutti, se li mangiate, faranno di voi due esseri eterni. Sì, mi rendo conto che ho pronunciato una parola che per voi non ha significato: eternità... Significa che avrete la stessa proprietà che hanno gli angeli e gli arcangeli, vivrete per sempre, appunto in eterno! A differenza degli altri animali non avrete prole, perché, essendo eterni, che interesse avreste di riprodurvi e generare uomini e donne come voi, della vostra razza?

L’altro albero invece produce semplici mele, nutrienti e di buon sapore. Ma attenti a voi, non vi consiglio di cibarvene! E sapete perché? Perché non creano l’eternità... ma in compenso, devo essere sincero, grazie a loro scoprirete la conoscenza, la sapienza e anche il dubbio. Ancora vi indurranno a creare a vostra volta strumenti di lavoro e perfino macchine come la ruota e il mulino a vento e ad acqua. No, non ho tempo di spiegarvi come si faccia, arrangiatevi da voi... e ancora queste mele, mangiandole, vi produrranno il desiderio di abbracciarvi l’un l’altro e di amarvi... non solo, ma grazie a quell’amplesso, vi riuscirà di far nascere nuove creature come voi e popolare questo mondo.

Però attenti, alla fine ognuno di voi morirà e tornerà ad essere polvere e fango. Gli stessi da cui siete nati.

Pensateci con calma, mi darete la risposta fra qualche giorno. Addio.”

“No. Non c’è bisogno di attendere, Padre Nostro! – grida subito Eva – Per quanto mi riguarda io ho già deciso, personalmente scelgo il secondo albero, quello delle mele. Se devo essere sincera, Dio non offenderti, a me dell’eternità non interessa più di tanto, invece l’idea di conoscere, sapere, aver dubbi, mi gusta assai! Non parliamo poi del fatto di potermi abbracciare a questo maschio che mi hai regalato. Mi piace!!! Da subito ho sentito il suo richiamo e mi è venuto un gran desiderio di cingermi, oh che bella parola ho scoperto cingermi!, cingermi con lui e farci... come si dice?! Ah, farci l’amore! So già che questo amplesso sarà la fine del mondo! E ti dirò che, appresso, il fatto che mi toccherà morire davanti a tutto quello che ci offri in cambio: la possibilità di scoprire e conoscere vivendo... mi va bene anche quello. Pur di avere conoscenza, coscienza, dubbi e provare amore... ben venga anche la morte!”

Il Padreterno è deluso e irato quindi si rivolge ad Adamo e gli chiede con durezza: “E tu? ...che decisione avresti preso? Parlo con te, Adamo sveglia! Preferisci l’eterno o l’amore col principio e la fine?”

E Adamo quasi sottovoce risponde: “ Ho qualche dubbio ma sono molto curioso di scoprire questo mistero dell’amore anche se poi c’è la fine".

Per Franca - Milano - 29 maggio 2013

Testo di Dario Fo

 

 

Un uomo bruciato vivo: Dario Fo e Florina Cazacu raccontano la storia di Ion Cazacu il 28 maggio alle ore 18.30 a Milano

 

 

Un uomo bruciato vivo: Dario Fo racconta la tragica storia di Ion Cazacu “Di questa infamità vergognosa noi, spettatori spesso indifferenti, siamo del tutto colpevoli". Dario Fo, con Florina Cazacu, rimasta orfana di padre, racconta la storia di "Un uomo bruciato vivo", il piastrellista romeno Ion Cazacu; nel dialogo a due voci pubblicato da Chiarelettere si parla di ingiustizia, soprusi e mafia nella "giungla dell'edilizia lombarda".

 

 

Dario Fo dipinge Maria Callas: dal 22 maggio al 27 settembre in mostra a Verona, Amo - Palazzo Forti

 

 

AMO Arena Museo Opera, il Museo della Fondazione Arena di Verona, collocato nella splendida cornice di Palazzo Forti, spalanca le sue porte a una stagione d’eccezione e un’importante programmazione di mostre ed eventi culturali. 

Dario Fo si fa pittore e trova un nuovo soggetto da narrare e a far da padroni sono i suoi colori che danno nuovo vigore a un mito d’altri tempi, a una personalità carismatica, drammatica e mutevole: Dario Fo dipinge Maria Callas.

Oltre 70 opere, raccontate ai visitatori dallo stesso Dario Fo, accompagnano il visitatore alla scoperta una mostra dedicata a Maria Callas: il suo forte legame con la città di Verona, e ovviamente con l’Arena, ha fatto sì che proprio al Museo AMO fosse allestita un’intera sala intitolata alla celebre diva, voce immortale incarnata nell’arte lirica.

Con il Patrocinio del Comune di Verona, la mostra, aperta dal 22 maggio al 27 settembre 2015, è promossa dalla Fondazione Arena di Verona prodotta e organizzata da Arthemisia Group.

L’evento è realizzato in collaborazione con Jacopo Fo e Gianmarco Mazzi per C.T.F.R. Compagnia Teatrale Dario Fo e Franca Rame, e si avvale del media coverage di Sky Arte HD.

 

Per maggiori informazioni clicca qui: http://www.arenamuseopera.com/it/amo-mostre/in-esposizione/item/43-dario-fo-dipinge-maria-callas.html

Condividi contenuti